Sì dell'UE alla riduzione del 30% dei contributi

19 febbraio 2021

“La Commissione europea ha avallato la riduzione del 30% dei contributi previdenziali a carico delle imprese che operano nel Mezzogiorno per tutto il 2021. Si tratta certamente di una buona notizia. Purtroppo, però, il sì di Bruxelles arriva tardi per le tante aziende che hanno già pagato per intero quanto previsto. Da parte nostra, chiederemo all’Inps di attivarsi al più presto con una circolare, che garantisca la restituzione di quanto versato e non dovuto, sottraendolo dalla prossima rata di pagamento. Solo così si potrà garantire la continuità nell’attuazione della norma”. Lo scrive in una nota Mara Carfagna, ministra per il Sud e la Coesione territoriale.

“Superato questo primo scoglio, sarà ora importante che la Commissione riconosca la necessità di confermare la decontribuzione fino al 2029, così come previsto dalla legge di Bilancio”, prosegue Carfagna. “Rilanciare la crescita del Paese non è sufficiente, se essa non è accompagnata da apposite misure di stimolo all’occupazione e questo è tanto più necessario al Sud, per superare la logica dell’assistenzialismo, favorire gli investimenti e consentire finalmente quello sviluppo socio-economico che potrà ridare slancio a tutto il Paese”, conclude la ministra.

Torna all'inizio del contenuto