Assegnati due miliardi per avviare subito Contratti di sviluppo

22 giugno 2022

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera CIPESS proposta dal ministro Carfagna. Al Sud andranno 1,6 miliardi.

Sono 636 i progetti presentati al Ministero dello Sviluppo Economico, che attendono di essere finanziati attraverso i Contratti di sviluppo. Si rivolge a loro la decisione di anticipare 2 miliardi di euro dalla programmazione del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2021-2027, adottata dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile (CIPESS), su proposta del ministro per il Sud e la Coesione territoriale. La delibera è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 21 giugno 2022.

Le proposte di Contratti di sviluppo presentate sono rimaste in sospeso a causa dell'esaurimento delle risorse finanziarie precedentemente stanziate. Trattandosi di investimenti strategici e rivolti all'attuazione delle politiche industriali nazionali, i ministri Mara Carfagna e Giancarlo Giorgetti hanno concordato sull'opportunità di accelerare l'avvio dei relativi Contratti di sviluppo, attraverso l'anticipazione di disponibilità che sarebbero comunque confluite nel Piano di Sviluppo e Coesione 2021-2027 del MISE.

L'assegnazione dovrà rispettare il criterio di suddivisione previsto per il FSC, che vede l'80% delle risorse riservato alle regioni meridionali. Al Sud saranno destinati quindi 1,6 miliardi di euro per attivare i relativi Contratti di sviluppo.

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si potrà avviare in tempi rapidi una quota consistente dei progetti in sospeso: un miliardo di euro dovrà infatti essere assegnato entro 12 mesi dalla pubblicazione e il miliardo rimanente entro i 6 mesi successivi.

   

APPROFONDIMENTI
>> Leggi che cos'è il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC)
>> Leggi cosa sono i Piani di Sviluppo e Coesione
>> Leggi cosa sono i Contratti di sviluppo (dal sito del Ministero dello Sviluppo economico)

FSC
Torna all'inizio del contenuto