Carfagna ai colleghi UE: così il PON Metro ha cambiato le città italiane

26 novembre 2021

Il ministro Mara Carfagna ha partecipato questa mattina in videocollegamento con Lubiana (Slovenia) al meeting informale dei ministri dell'Unione Europea, dedicato all'Agenda urbana dell'UE e al tema della transizione ecologica delle città.

"Non c'è e non ci deve essere alcuna contrapposizione tra le politiche urbane e quelle dedicate alle aree interne, rurali e montane - ha detto il ministro per il Sud e la Coesione territoriale - così come non può esserci alcuna contrapposizione tra i diversi livelli di governo, nazionale, regionale e locale, proprio perché lo scopo della coesione non è l'annullamento delle differenze ma la loro valorizzazione, l'abbattimento delle barriere e la diffusione più uniforme possibile del benessere e delle opportunità per i cittadini, dovunque essi vivano".

In particolare, il ministro Carfagna si è soffermata sui risultati raggiunti fin qui dal PON Metro, dedicato proprio alle politiche di coesione nelle città metropolitane: "Tra questi, 63mila mq di superfici pubbliche efficientate da un punto di vista energetico; quasi 100mila soggetti deboli coinvolti in progetti di inclusione sociale, di cui 60 per cento donne; 73 km di piste ciclabili e percorsi pedonali; 669 alloggi per servizi di inclusione sociale; circa 300 autobus ecologici messi su strada; 81mila mq di superfici recuperate e adibite a servizi di valenza sociale; 812 km di strade dotate di sistemi di monitoraggio e funzionamento intelligente. E molto altro stiamo realizzando, con i 668 progetti in essere".

Questi risultati, ha aggiunto il ministro, "ci hanno convinto a riproporre il Programma anche per il ciclo 2021-2027, con una dotazione più consistente (circa 3 miliardi di euro). Il Programma - in analogia a quanto prevede appunto l'Accordo di Lubiana – si rivolgerà, oltre che alle 14 città metropolitane, anche alle città medie del Sud con una misura dedicata ad intervenire in particolari aree e zone degradate per sostenerne la riqualificazione fisica, economica e sociale".

Fondi strutturali
Torna all'inizio del contenuto