Carfagna avvia il percorso del CIS Acqua da oltre un miliardo

21 luglio 2022

Con il pre-tavolo convocato e presieduto oggi dal ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, ha avuto ufficialmente inizio il percorso del Contratto Istituzionale di Sviluppo "Acqua bene comune", per investimenti da oltre un miliardo di euro nell’infrastrutturazione e nei servizi idrici finalizzati ad una gestione più efficiente e sostenibile della risorsa acqua.

"La grave emergenza idrica di queste settimane – ha spiegato il ministro Carfagna - ci ha imposto di accelerare al massimo una iniziativa concreta predisposta già nel marzo scorso. Con questo Cis destiniamo oltre un miliardo di euro, a valere sui fondi Fsc 2021-2027 e sui fondi per la perequazione infrastrutturale, alla realizzazione di infrastrutture strategiche nel settore dell’acqua. Ho voluto confermare questo impegno nonostante la crisi di governo – ha proseguito il ministro - per senso di responsabilità: è mio dovere portare avanti i progetti del ministero con la massima coerenza possibile, assolvendo fino in fondo gli impegni messi in agenda. E spero che il prossimo esecutivo rispetti i tempi stretti che ci siamo dati, visto l’assoluto rilievo di questo Cis per i cittadini, le imprese, l’agricoltura, la salute dei territori".

Al pre-tavolo sono intervenuti i rappresentanti di tutte le Regioni, di 4 ministeri (Economia, Infrastrutture, Transizione ecologica e Agricoltura), di tutti gli enti coinvolti nel ciclo dell’acqua e del partenariato sociale. Tutti i soggetti beneficiari potranno proporre progetti per creare un grande piano di rilancio dell’acqua sui 6 ambiti del ciclo: Captazione e accumulo; potabilizzazione; trasporto e distribuzione; fognatura; depurazione; riutilizzo e restituzione all’ambiente, e ovviamente il monitoraggio degli acquedotti. "Queste opere – ha spiegato ancora il ministro – saranno complementari al grande disegno messo in campo dal Pnrr sul tema 'acqua', con investimenti per oltre 4 miliardi, che speriamo tutti possa essere portato a compimento malgrado la crisi".

Cis
Torna all'inizio del contenuto