Carfagna agli studenti: 'Nulla rende più liberi della conoscenza'

10 novembre 2021

"L'impegno più importante che non questo governo, ma l'intera classe dirigente sta assumendo oggi, è quello di consegnare ai più giovani, alla Next Generation, un'Italia più giusta, più prospera, più competitiva, più sostenibile e più capace di offrire a tutti la possibilità di realizzare i propri sogni. Preparatevi a farlo, a inseguire i vostri sogni, sfidando anche chi vorrebbe convincervi che nulla cambierà, che tutto resterà come prima. Noi ce la metteremo tutta per non deludervi e per aiutarvi a vincere questa sfida".

Lo ha detto il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, intervenendo in conclusione della cerimonia di apertura dell'anno accademico dell'Università degli Studi del Molise.

Un intervento che il ministro ha voluto dedicare anche "alle ragazze afghane, che sono state rinchiuse in casa dopo aver assaporato la libertà di studio e di pensiero". E ha aggiunto, rivolgendosi agli studenti presenti in sala: "La cultura è il più formidabile fattore di emancipazione che esista. Nulla vi renderà più liberi del sapere, della conoscenza, della possibilità di affermare voi stessi in ogni circostanza. Le libertà personali e sociali che noi oggi diamo per scontate sono in realtà frutto di un sistema di valori che nasce prevalentemente dalla storia millenaria delle Università europee. Sono le Università la culla della filosofia, dell’arte, della medicina, della tecnologia che hanno plasmato il Continente in cui viviamo e lo hanno reso un grande spazio di libertà".

Torna all'inizio del contenuto