Esplora contenuti correlati

Strategia Nazionale Aree Interne

Per far fronte alla situazione di marginalizzazione di questi territori e valorizzarne le potenzialità inespresse, si è sviluppata la Strategia Nazionale per le Aree interne (SNAI), come politica nazionale per lo sviluppo locale e per la coesione territoriale. 

Obiettivo della SNAI è ricostruire le comunità a partire dall’inversione dei trend demografici e dal miglioramento dell’inclusione sociale. Rendere i territori a rischio di abbandono nuovamente attrattivi per la cittadinanza permette, infatti, di creare nuova domanda e nuova offerta lavorativa e di incentivare lo sviluppo dell’area. Per renderlo possibile, si agisce principalmente sui servizi di base, ossia quelli che definiscono il diritto alla cittadinanza, che spesso sono carenti, se non assenti, nei comuni selezionati: maggiore offerta formativa, livelli di istruzione nella media italiana, strutture sanitarie diffuse, incremento dei trasporti e delle connessioni internet. 

La SNAI opera su due direttrici: i progetti di sviluppo locale, da finanziare principalmente con i fondi europei; gli interventi sui servizi essenziali, da finanziare con i fondi nazionali.

I singoli progetti sui territori vengono sviluppati seguendo una procedura definita:

  1. selezione delle aree, a partire da una mappatura del Paese e dalla suddivisione delle aree in intermedie, periferiche, ultra-periferiche. 
  2. approvazione della Strategia d’area da parte del Dipartimento per le Politiche di Coesione
  3. sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro. Attraverso questo accordo Amministrazioni centrali, Regioni e territori si impegnano a realizzare i progetti concordati, per attuare gli obiettivi previsti dalla Strategia d’area.

Il Comitato tecnico aree interne ha la competenza nella selezione delle aree interne, si occupa di definire le strategie d’area e verificare il rispetto del cronoprogramma dei progetti ed è coordinato dal Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ad oggi, rientrano nella Strategia:

  • 72 aree interne (leggi quali sono)
  • 1.060 Comuni
  • circa 1,9 milioni di abitanti.

Per questi, sono già stanziati interventi dal valore di oltre 600 milioni di euro. Ulteriori informazioni sulla dotazione finanziaria e sugli avanzamenti di spesa si possono ritrovare sul sito dell’Agenzia per la Coesione territoriale.

In vista della programmazione delle politiche di coesione per il ciclo 2021-2027, il Dipartimento per le Politiche di Coesione ha elaborato una nuova mappatura delle aree interne, a seguito della quale saranno definite eventuali variazioni nell’elenco dei Comuni ricompresi nella SNAI.

Torna all'inizio del contenuto