"Zes, Lep e decontribuzioni: priorità per rilanciare il Sud"

31 marzo 2021

"Le grandi partite del Sud sono il rilancio economico, i diritti sociali, il lavoro. I primi interventi cui sto lavorando puntano in queste tre direzioni: Zes, zone economiche speciali, per trasformare i porti in 'polmoni' di sviluppo; Lep, livelli essenziali di prestazione, perché il diritto ai servizi fondamentali diventi effettivo; proroga a lunga scadenza della decontribuzione del 30 per cento sulle assunzioni per facilitare chi cerca lavoro e chi assume". Lo afferma il ministro Mara Carfagna in una intervista rilasciata all'agenzia di stampa AdnKronos.

Riguardo all'ipotesi di costruire il ponte sullo Stretto di Messina, Carfagna chiarisce che "resta un obiettivo, ma come è stato ripetutamente chiarito non può rientrare nella pianificazione del Pnrr, che riguarda opere completabili in 5 anni e quindi consentirebbe al massimo di intervenire sulle opere a terra".

Il ministro interviene anche sull'ipotesi di un allentamento delle restrizioni anti-Covid già nel mese di aprile: "Abbiamo già riaperto le scuole, fino alla prima media, ed è un segnale importante per milioni di famiglie. Per il resto, il governo è perfettamente consapevole delle aspettative. Se i dati lo consentiranno, deciderà di conseguenza". E, in merito alla stagione estiva e alle implicazioni sul turismo, aggiunge: "Se i piani vaccinali andranno come previsto, è immaginabile per l’estate un allentamento dei divieti di circolazione, che darà un po’ di respiro al turismo e non solo in singole località".

Torna all'inizio del contenuto