Sud, Provenzano: "I giovani hanno smesso di investire su se stessi. Dobbiamo agire in fretta per fermare divario nord-sud”

3 marzo 2020

"La questione dei divari territoriali riguarda la frattura storica tra nord e sud, ma riguarda anche il campo dell'istruzione e in una dimensione sempre più complessa della coesione territoriale che coinvolge centri e periferie, grandi aree urbane e grandi aree interne e rurali.” Lo ha detto il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Giuseppe Provenzano, durante l'audizione in Commissione Cultura alla Camera sul tema dei divari territoriali nell'istruzione.

"Dobbiamo agire in fretta per fermare il divario territoriale Nord-Sud. Noi riscontriamo dei divari molto significativi in campo di istruzione: i giovani tra i 20 e i 24 anni che hanno completato le scuole superiori al sud sono solo il 76% contro l'83% del centro nord e quelli che hanno conseguito la laurea tra i 25 e i 34 anni al Sud superano poco più del 20%, mentre la media italiana è quasi il 30% e il target che Europa 2030 si era data era già il 40%”.

“Questi dati riflettono la bassa propensione ad iniziare i percorsi di studio più avanzati e a completarli. Negli ultimi 15 anni hanno abbandonato il Mezzogiorno 24 mila laureati e il dato più preoccupante è che questa migrazione diventa sempre più precoce", ha aggiunto.

"Il Piano per il Sud 2020-2030 affronta nello specifico il tema dell'istruzione. La dinamica dei divari territoriali nel nostro paese ha seguito un'evoluzione a fasi alterne, ma abbiamo riscontrato un processo di convergenza costante in tutti quei fattori di progresso sociale, uno di questi è stato il settore dell'istruzione, almeno fino agli anni 2000. All'inizio degli anni 2000 avevamo una convergenza molto accentuata nel settore dell'istruzione - ha aggiunto Provenzano. Nel corso degli ultimi anni si è interrotto questo meccanismo, i giovani meridionali hanno finito per esserne le vittime. Le generazioni più giovani hanno smesso di investire su sé stesse".

Guarda il video dell'Audizione alla Camera dei Deputati del ministro Provenzano, sul tema dei divari territoriali nell'istruzione - 3 marzo 2020

Torna all'inizio del contenuto