Viabilità e servizi sociali, cambia il calcolo dei fabbisogni standard

22 aprile 2021

La Commissione parlamentare per l'attuazione del Federalismo fiscale ha dato parere favorevole allo Schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per l'aggiornamento e la revisione della metodologia che individua i fabbisogni dei Comuni per il 2021 e il fabbisogno standard per ciascun comune delle regioni a statuto ordinario. Completato così l'iter parlamentare, il DPCM può entrare in vigore.

Si supera in questo modo il criterio della "spesa storica" nell'assegnazione delle risorse ai Comuni per quanto riguarda "viabilità e territorio" e "settori sociali", al netto degli asili nido.

Per quanto riguarda "viabilità e territorio", i nuovi criteri tengono in considerazione il numero delle abitazioni del Comune (anziché la popolazione), mentre per quanto riguarda i "settori sociali" si farà riferimento a uno standard individuato all'interno di un gruppo di province di riferimento, rapportando a quello il fabbisogno degli altri territori, e si supera il dummy regionale a favore di quello provinciale, più omogeneo.

Ulteriori dettagli possono essere consultati nei documenti allegati.

LEP
Torna all'inizio del contenuto